LA FAMIGLIA

Con 7th Heaven voglio offrire ai nostri ospiti il ​​comfort più moderno combinato ad atmosfera storica. Il caratteristico vecchio edificio del XIX secolo è stato accuratamente ed elaboratamente restaurato. Gli alti soffitti, le doppie porte e i vecchi pavimenti in legno sono stati mantenuti, mentre i bagni e le cucine sono stati modernizzati per non far mancare il comfort durante il vostro soggiorno. La scala è stata ripristinata allo stato originale nel 2018.

Sono una graphic designer e aiuto mia nonna Elisabeth a rendere il soggiorno dei nostri ospiti al 7th Heaven il più piacevole possibile. Vi guideró attraverso l’appartamento e risponderò a tutte le tue domande. Il mio studio di design è al piano terra, quindi di solito sono sempre nei paraggi in caso ci fosse bisogno di me.

Sono il figlio di Elisabeth e vivo nel palazzo. Se avete domande o richieste, sono sempre nelle vicinanze per rendere il soggiorno il piu piacevole possibile. I nostri ospiti apprezzano l’alta qualità, l’eccellente posizione e il prezzo molto ragionevole.

UN PEZZO DI STORIA

L’edificio si trova nel settimo distretto di Vienna (Neubau), motivo per cui ci siamo chiamati 7th Heaven. Il distretto di Neubau fu formato nel 1850 dai quattro sobborghi Schottenfeld, Neubau, Sankt Ulrich e Spittelberg. Si aggiunsero poi anche parti più piccole di Mariahilf, Laimgrube e Altlerchenfeld. Nel 18° secolo, Neubau era la posizione delle fabbriche di seta. A quel tempo l’area era densamente popolata. Oggi è un’importante area commerciale, in particolare lo sono Mariahilfer Strasse e Neubaugasse. 32.027 persone vivono in una superficie di 1,61 km² (0,62 m²).

Questa casa allora era famosa come “Rondellhaus”. Fino al 1896 c’era solo un piano con una piccola mansarda la quale aveva una finestra a bovindo. Nel cortile c’era un crocifisso con la scritta “Gloria tibi trinitatis” (lode della Trinità) e per un periodo fu la dimora di caccia di Heinrich II Jasomirgott. Questo edificio era più antico del distretto. Il musicista Johann Alois Drahanek (1812–1876), che suonava con Johann Strauß in un quartetto, viveva in questo palazzo.

La “Rondellhaus” fu demolita nel 1896. Anche il nuovo edificio è stato costruito con un bovindo.

MR. PANDAMIC – È ARTE O È CONTAGIOSO?

www.zitaprantner.com

L’artista italiana Zita Prantner ha trascorso la sua gioventú in Austria e ora vive a Milano da oltre 30 anni. Cosa fa l’arte con la crisi – e la crisi con l’arte si è cristallizzato nel 2020. “Le crisi sono il tempo dell’autocrazia e del populismo. L’arte e la cultura sono pietre miliari della democrazia. Quando la società diventa fragile, ci vuole creatività”, dice Zita Prantner.
Forme chiare e lineari, un arredamento economico e geometrico e sistemi di strutturazione puristici e tettonici sono il suo obiettivo. L’arte e il mestiere sono inseparabili per l’artista. Entrambi richiedono un dialogo tra pensiero e lavoro. È importante sottolineare la chiarificazione degli elementi costruttivi e delle strutture, non la riduzione radicale o il sovraccarico eccessivo di una forma. Durante il primo lockdown del 2020, Zita Prantner si è ispirata alla creativa arte di strada di Milano. I pochoir, che prendono il nome dalla tecnica utilizzata, le piacciono particolarmente.
Mr. Pandamic è presente, scomodo e politico. Uno specchio del suo tempo e la voglia di dire ciò che non può essere espresso così facilmente.
“I graffiti sono un movimento artistico avanguardista e versatile che vorrei riprendere e reinterpretare con profondità tridimensionale”, dice Zita Prantner, descrivendo il suo lavoro.

LA RIVELAZIONE

www.tomlohner.com

In collaborazione con l’attrice di Hollywood Rose McGowan e Calle Libre (rappresentanti nazionali di arte di strada) ha sviluppato il concetto di un’opera d’arte murale su larga scala, catturando pensieri, emozioni, impatti e influenze ma anche la speranza in una cura alla pandemia che ha segnato il 2020. L’opera d’arte invita, con frecce rosate e fratture di parole, gli spettatori a girare l’angolo della casa, al fine di rilevare l’intera opera d’arte. Mostra in modo ecclesiastico due grandi figure – una donna e un uomo, avvolti in cappotti apparentemente senza fine – che pregano per un siero anti Corona.

Tom Lohner ha creato questo murales in 2 settimane (06.09 – 06.19 2020). 

7th HEAVEN APARTMENTS

☎ Michele     0043 6505594831
☎ Clemens    0043 69917000888
✉ 7th Heaven  
booking@7heaven.at

INFO +

Design by Michele di Modugno
All rights reserved - 2021 ©
Datenschutzerklärung - DSGVO

AWARDS